Timey-Wimey-Stuff – Predestination

Nota bene: spoiler a pioggia, proceed with caution! Film del 2014 che ovviamente da noi arriva con secoli di ritardo e stranamente d’estate quando di solito ci so gli horror trucidi (e ci stanno li mortacci de Pippo! Che uno non si può vedere la TV di notte senza che regazzine cogli occhi neri e mostriciattoli con nomi strani ciccino fori da ogni dove… e che cazz!) o i blockbusteroni boom boom crash bang bang  (tana pure pe’ questi).
È un thriller fantascientifico compresso in pochi personaggi intrappolati in loop temporali da cui non possono sfuggire per un esempio puro del paradosso della predestinazione. Inizia lento con un incontro casuale in un bar e ricalca con molta fedeltà il racconto originale di Robert Heinlein “‘—All You Zombies—'” (i trattini e le virgolette sono nel titolo) citando lo stesso titolo, la conclusione e includendo due omaggi allo stesso Heinlein (uno dei suoi libri e un dottore col suo nome).
Sublimi i due protagonisti fin dall’incontro al bar: Ethan Hawke/l’Agente/John con il suo viso dolente e la tangibile stanchezza di una vita dura e Sarah Snook divisa tra la dolce emotiva Jane tutta occhioni e determinazione e John pieno di amarezza e disillusione che, viene rivelato, sono tutti la stessa persona colta in varie fasi della propria incredibile vita in quanto propria madre e proprio padre e figlio/a di sé stessa/o. Splendidi costumi e ambientazioni (ho visto con piacere le riviste pulp d’epoca) e il trucco maschilizzante della Snook produce un uomo androgino ma credibile.
Lento, bello e dolente… In breve una perla. L’operazione di cambio di sesso forzato ha fatto storcere il naso ad alcuni ma secondo me è in linea con i vari interventi forzati tipici degli anni ’60 (vedi le lobotomie). Anche il concetto dell’auto fecondazione è un po’ stirato dato che ai tempi di Heinlein il DNA era concetto poco o nulla noto ma in fondo può essere visto come una forma di incesto e in finale la storia funziona.
Voto: 8
Nota bene: questo è un film in cui bisogna stare molto attenti a quello che viene detto. Prova ne sia che ho assistito ad un animato dibattito di gente seduta davanti a me che si è persa e due tipi accanto a me hanno detto bella, bella cazzata. Indi non roba per tutti, e in particolare non per chi si aspetta un blockbuster estivo.
Nota bene 2: se John uccide la bambina, si uccide e interrompe il cerchio MA altera la linea temporale e le conseguenze possono essere anche peggio di quello che sono. Modifiche minori OK (‘somma….), modifiche grosse niet. Come dice il Dottore: fixed point in time. E Roland Deschain concorda.

“Buona Pascua” “Respinta al mittente. Pasqua si scrive con la q. Correggere e rimandare”

Soliti auguri e raccomandazioni di mangiare e riposarsi. Chi indovina la citazione nel titolo? E giusto per continuare la serie di citazioni improbabili ecco a voi un video:

Domandina di riserva: Chi compare sia nel film di Alien che nella serie di Dottor Who?