Serie considerazioni

Io non sono religiosa, non sono battezzata e non sono interessata a cambiare questo mio stato. La cosa che rende meglio la mia concezione della questione è agnosticismo. Non so se c’è, non so se non c’è e nel dubbio posso sperare o fregarmene. Detto e considerato questo sono STUFA di dover sentire il Vaticano ostinarsi a metter becco nella vita di tutti. Cioè se questo concernesse solo i cattolici io non avrei niente da ridire: sono questioni loro e loro se ne occupano. Sacrosanto. Ma porca miseria ladra perchè perchè perchè le loro visioni dei problemi devono influire sulle vite dei non cattolici per colpa delle concezioni religiose dei nostri politicanti? Sono dell’idea che ognuno debba avere la propria concezione della morale ma non può imporre agli altri questa sua visione. Come per i "matrimoni" gay e le coppie di fatto. Dico matrimonio fra virgolette perchè TUTTE le unioni prese in considerazione dalla legge sono non matrimoniali. Ma naturalmente per i motivi di cui sopra tutti quelli che pendono dalle labbra degli esponenti vaticani contro cosa si oppongono? Contro i matrimoni… Ma santo il cielo se le coppie di fatto sono tali e felici della loro condizione e i gay vogliono dei semplici e basilari diritti civili riconosciuti cosa minchia c’entra il matrimonio religioso? Tanto più che il matrimonio non è più la santa unione fra un uomo ed una donna cioè lo è ma adesso è soprattutto un contratto legale riconosciuto da cariche laiche dello stato. Sarebbe bene che la divisione fra stato e chiesa tornasse ad essere tale, che lo stato vaticano pagasse le tasse per i locali e altro che prende a ufo dallo stato italiano che glielo consente (se lo facessimo c’avremmo delle casse dello stato straripanti… purtroppo tentativi precedenti, mi pare nel ‘700 non hanno portato a nulla di buono) e la smettesse di intervenire su tutto! Avere un opinione e una concezione religiosa da seguire è un loro diritto ma non lo devono imporre! Sul testamento biologico, sull’aborto (mi RIFIUTO di farmi dire come gestire il mio utero e il suo contenuto da un UOMO e dal suo gruppo di persone che SCEGLIE di non fare uso dei loro organi riproduttivi!!), sulle staminali e soprattutto sulla possibilità di lasciar morire serenamente qualcuno. Eluana Englaro è in coma da 17 anni. Voglio dire 17 anni. Ho seguito la sua storia sui giornali, in tv e secondo me suo padre sta facendo l’atto d’amore più grande. Io non ho figli ma comprendo che separarsi dai propri figli debba essere doloroso. Agonico. Eppure lui per non farle vivere questa semi vita lotta perché lei possa morire in pace, tanto più che è provato che lei non percepisce nulla di quello che la circonda e di ciò che le succede. Non può essere omicidio. Si sta ripetendo la storia di Terry Schiavo che al contrario reagiva agli stimoli: tutti dissero che staccare le macchine sarebbe stato un omicidio e invece al momento dell’autopsia scoprirono che la corteccia cerebrale si era distaccata. Proprio la zona più importante per una vita come deve essere. Inoltre dire che se lei respira è viva è una sciocchezza. Spero che i giudici facciano la scelta migliore, me lo auguro proprio.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...