Awake – il pilot

Dopo i 7 minuti di preview che ci hanno fatto salivare come un bracco davanti alla preda, NBC ha deciso di mettere on-line il pilot completo di Awake con il sempre affascinante Jason Isaacs. Gentilissimi per carità MA contenuti non vedibili da questi pizzi. Permettetemi un commentino: NBC? Ma pensare che il mondo è più vasto del pur sempre grande  continente ammerigano no? Quindi ho dovuto cercare una fonte alternativa a quella legale… ecco e poi ve lamentate della pirateria! Che io non lo volevo fare ma me l’avete tirato via dalle mani proprio!
Comunque. Bando alle ciance e passiamo alle cose serie. Le solite premesse: qui lo spoiler c’è…
La serie promette molto bene.  Gli echi di Life on Mars si sentono ma la somiglianza non è così perfetta e univoca come inizialmente sembrava ed è un bene: noi si vuole un prodotto fresco e originale. Vabbè che gli universi alternativi non lo sono e ultimamente vanno per la maggiore (leggi: Lost; Fringe and co) ma qua lo sforzo per l’originale viene fatto. Isaacs è molto molto più affascinante del solito ed è sempre una garanzia di qualità recitativa che non guasta MAI. Ha delle ciglia nerissime e perfette che sembrano fatte col mascara ma mi sa che è roba sua. Una profonda ingiustizia per noi femminucce costrette a usare il suddetto mascara ma con i suoi occhi azzurri fa effetto ancora più secsi. Per conto Wilmer Valderama che ricordo con affetto da That 70’s show (e da allora era un po’ sparito) compare pochissimo, ha si e no 6 battute ed è un po’ sciapo. Ed è questo il grande peccato.
Il pilot è dedicato così tanto ai due universi e alle conversazioni con gli psichiatri che la parte poliziesca compare pochissimo e sembra quasi un afterthought. Paradossalmente anche la presenza di Hannah e Rex è un po’ defilata. Nonostante l’universo verde sia di Rex  e quello rosso di Hannah loro non sono mai il focus completo dell’azione ma sempre e solo Michael. E’ giusto che sia così perché è lui a tenere in piedi i due universi ma sembra quasi che i due stiano seguendo alla lettera il manuale del lutto: fai una cosa che amava la persona morta; ridecora casa; cerca di rimanere di nuovo incinta; molla il lavoro… E la coach del ragazzino (che purtroppo mi sta simpatico come la merda e ci ha una faccia da schiaffoni violenti) è così telefonatamente pronta a provarci con Michael che ha “potential flirt/love interest/senso di colpa perché cornifica o potrebbe farlo la moglie viva nell’altro universo” scritto in fronte con la scritta intermittente da saloon.
Sembra una stroncatura non lo è perché qui siamo al primo episodio potenziale e giustamente gli autori devono ancora reindirizzare il tiro per trovare il giusto metodo. Bisogna focalizzare molto su Isaacs perché è la sua storia (parallelismo chiaro con LOM) e il suo dramma (interessante il seme del dubbio posto dalla domanda: ha bevuto o no quella sera?) ma spero che la parte poliziesca e i comprimari abbiano il giusto spazio e interesse (perché Vega dovrebbe proteggere Michael se questo si comporta come uno stronzo con lui ed è palesemente chiaro che glielo hanno mandato per tenerlo d’occhio? Perché Hannah alla fine cede alle fantasie (lo sono?) di Michael? Perché hanno deciso di buttarci dentro quel tocco di autolesionismo inquietantissimo? Se capiva anche senza che Michael tanto bene con la capoccia non sta….). Tolto questo il discorso finale di Michael è bellissimo:
Yes, I still see my wife and my son. So if you’re telling me that the price of seeing them, of feeling them, of having them in my life is my sanity, it’s a price I will happily pay. Trust me,  when it comes to  letting one of them go, I have no desire to ever make progress…
Ci richiama alla mente altro: My name is Sam Tyler, I had an accident and I woke up in 1973. Am I mad, in a coma or back in time? Whatever’s happened, it’s like I’ve landed on a different planet. Now maybe if I can work out the reason, I can get home…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...