Che palle sto maschilismo!

Pubblicità di non so nemmeno che ditta che si sente spesso in radio e citata a memoria quindi magari puri mal riportata:

“Avremo un bambino! Come lo chiamiamo?”

“Se è un maschio Leone. Gli darà coraggio”” (che nome urendo ma andiamo avanti…)

“E se è una femmina?”

“Serena. Le darà la serenità.”

Ora.

Io conosco una Serena ed è una delle persone più grintose che conosco.

Detto ciò, mi chiedo, perché al maschio il coraggio e alla femmina la serenità E BASTA? A me sembra, e i giornali e la cronaca me lo confermano, che in questa società quelle cone le palle e più cose da affrontare in molti ambiti so le donne e non gli uomini.

Che se hai i coglioni e non puoi diventare gravido perché la natura non lo prevede sembra che c’hai una marcia in più a prescindere.

Col cazzo vi rispondo.

Per funzionare come si deve non si deve puntare alle gonadi ma alla massa grigia e spugnosa che sta tra le orecchie.

Pare che spesso venga dimenticato. E ciò è molto male.

7 thoughts on “Che palle sto maschilismo!

  1. A voler fare l’avvocato del diavolo di nomi che richiamino le stesse caratteristiche ma al contrario non è che ce ne siano… Forse al maschile Ilario, ma è abbastanza obsoleto, ed al femminile Costanza, orribile… Cmq al bimbo della radio è andata meglio che alla bimba dello spot tv (anche se non ho capito se è dello stesso prodotto) che l’hanno chiamata Fiducia… stendiamo un velo pietoso…
    Mchan

  2. Oddio, non sono sicurissima di sta cosa. In finale di nomi allusivi in un senso o in un altro ce ne sono: tipo Marco e Marzia che col riferimento al dio della guerra richiamano la forza e il coraggio (meglio de quella zozzeria de Leone che ha dalla sua solo la letteralità per dire!) oppure Francesco/Francesca che richiamano la libertà. E questi so solo i primi che me vengono in mente… Mi sa un po’ di pigrizia mentale usare solo il palese del nome e non il riferimento profondo. Magari pretendo troppo dalle pubblicità….

  3. Mi pare un po’ un controsenso dire che “in questa società quelle con le palle sono le donne” e poi, poco più sotto “non si deve puntare alle gonadi”🙂
    Trovo estremamente ironico che dire “una donna con le palle” sia un’ammissione implicita della superiorità dell’uomo. Se ci rifletti è come dire che una donna sia più capace di un uomo solo se assomiglia, e si comporta, come un uomo…

    • Dipende da che palle intendi. Noi donne abbiamo anche noi le nostre palle che però sono interne e si chiamano ovaie🙂. Per quello dopo specificavo che non si deve puntare alle gonadi…
      Sono così abituata a pensarla così che non ho specificato la prima distinzione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...