Alla fiera del facepalm… 2

Dopo le mamme slut shaming e troppo permissive sul social network, ecco a voi l’omini slut shaming e retrogradi!

Un mazzo di cinque individui di sesso maschile, due sulla e forse oltre la cinquantina e tre sull’orlo della e oltre la prima trentina.

Parlano di donne trasgressive, coi pantaloni e indipendenti. Delle ragazzine anche di tredici anni con i leggins aderenti che le rende zoccolette. I termini non so proprio questi ma il succo si.

Che le donne adesso vogliono che sia l’uomo a provarci mentre prima si facevano avanti loro a caccia di un buon partito. Di donne che addirittura -ORRORE- guadagnano più dei mariti/compagni.

Con il sott’inteso non detto ma palese del “che vergogna per un uomo una cosa del genere”.

Allora.

Che signori di una certa età c’abbiano ‘ste idee è triste ma ce sta. So nati prima del femminismo e probabilmente c’hanno avuto l’esempio de mammà a casa o, se lavoratrice, in un posto “femminile”. E con la gonna.

Che dei trentenni abbiano idee simili che so nati durante e dopo le rivoluzioni femministe no. NO CAZZO. Non ci può stare che la pensino come negli anni ’50.

Me rifiuto de pensallo che non abbiano assorbito un cazzo del loro tempo. Ma so che anche se rifiuto la triste realtà è quella.

Non ho sentito tutto il discorso ma posso assicurare che io con i miei pantaloni e i miei tentativi di essere indipendente ci siamo allontanati con il fumo che ci usciva dalle orecchie.

Che tutti sbandierano che le donne e gli uomini so uguali. Un cazzo rispondo io. Finché mi tocca sentire ‘sti discorsi.

Annunci

12 thoughts on “Alla fiera del facepalm… 2

  1. Mi stupisce che tu ti stupisca che il mondo è pieno di retrogradi.
    Poi il femminismo lo conoscono sopratutto le donne, non gli uomini.
    Quelli diciamo più “illuminati” non lo sono certo grazie al femminismo ma al progressivo cambiamento del tipo di educazione.
    Il femminismo è pure un estremizzazione che a me non piace.

    Ne femminismo ne maschilismo please.

  2. Quant’è vero! Ne ho conosciuta tanta di gente che fa discorsi simili, anche persone altrimenti intelligenti e di alta estrazione sociale. Una tristezza infinita.
    Triste anche il fatto che molti uomini sembrano convinti che “femminismo” sia il termine controparte di “maschilismo”, quando non è affatto così. “Femminismo” – tu sicuramente lo sai – non significa prevaricazione ma rispetto delle donne in quanto esseri umani e parità tra i sessi: http://it.wikipedia.org/wiki/Femminismo
    Ma chissà quando cambieranno le cose…

  3. Io predilico indossare la gonna e mi piace se è un uomo a fare la prima mossa, ma non per questo non esigo (e lo sottolineo) rispetto. Purtroppo i maschi di oggi non ne hanno per niente e per nessuno (e purtroppo anche molte ragazze…). E tutto ciò è colpa dell’educazione data loro. O meglio di quella non data. Proprio l’altro giorno mi è capitato di sentire un paio di adolescenti dire la seguente frase: “Andiamo un po’ a rimorchià un paio di fregne”
    Spero tanto che gli sia andata male.
    Mchan

  4. Scusate rispondo solo ora.
    @Stefano Petroni, io mi preoccupo del giorno in cui smetterò di indignarmi e sorprendermi che il mondo, come direbbe il buon King, (non) “è andato avanti”. Gli estremismi non fanno bene a nessuno su quello sono d’accordo. Ma il femminismo ha contribuito a tentare di cambiare le cose fin dalla sua creazione e questo è altrettanto innegabile.
    @Hagane80, concordo con il tuo pensiero. Spero ancora che le cose cambino. Smettere di sperare sarebbe proprio una sconfitta.
    @Mchan84, temo tu non abbia colto il succo del discorso. Non è un problema di preferenza da parte nostra mettere una gonna o un pantalone… che noi siam fortunate a poter scegliere e non dobbiamo essere scozzesi per farlo :D. il problema è la percezione che questi uomini “poco illuminati” (e mi tengo che sono una signorina fine) hanno di indumenti che non dovrebbero avere un sesso ma invece sono ancora visti come un modo per distinguere tra le donne “aggressive” (sottotesto: arpie castranti secondo le percezioni del fu Doc Froid che ha fatto danni più della grandine) e “le brave ragazze”. E si che so passati più di quarant’anni!

      • Mi sa che stiamo dicendo la stessa identica cosa solo che non ci capiamo. Per cui te lo ripeto: posso anche mettere la gonna, e per questo essere considerata dagli uomini (ma a questo punto più presunti tali) una facile sottomessa ma non esserlo affatto. Il problema sta alla fonte: gli “uomini” ci vogliono sottomesse. Ora capisco perché “50 sfumature di grigio” ha avuto tanto successo: l’hanno comprato loro alle loro compagne.
        Mchan

  5. concorso sia con @Stefano Petroni che con @Hagane80. Ma in particolare penso che sia vero che ridurre la cosa alla rima non risolva problemi ma anzi la fa percepire come una sterile astrazione mentre purtroppo l’estremismo è molto vivo e molto statico rispetto all’evoluzione del concetto di femminismo e (mi auguro) maschilismo (in positivo che in negativo putroppo è più facile).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...